Pubblicata il 22/03/2002
Rete di metallo


Abbarbicata tra noi
Rete di metallo
Non può impedire
Di corpi stanchi
Contatti fugaci
Ritorno senza orizzonti
Dimenticando nell’alba pallidi occhi
Sognanti estasiati il rannicchiarsi
Di fetali posizioni
Soltanto sognando
Imparasti a guadare
Rognose latrine e
Fogne
In cui vivesti
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)