Pubblicata il 11/04/2005
Improvvisamente
crollo
fuori sopra ad una panchina

quello che ho bevuto
si riversa nella testa
e non copre più
tutti i miei pensieri
ma li fa urlare ancora più forte

ora non mi nascondo più
sono solo
e senza la forsa di stare in piedi

Mi parlano di storie finite
degli errori fatti
delle delusioni
come se mi volessero in ginocchio a piangere

perchè poi non so
o non me ne rendo ancora conto

si sommano e si moltiplicano
e sono talmente tanti
da diventarne apatico

Intanto tira forte il vento
e porta la voce degli amici
è tardi
andiamo a letto

con gli ultimi sforzi ti butti in una macchina
e le luci dal finestrino
sembra che ti portino a casa

anche se dentro
una casa
ancora non c'è
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)