Utente eliminato
Pubblicata il 17/03/2002
Raccolta intorno a te,
naso nel collo,
a sussurrarti parole
che nessuno ti disse mai...
o che non permettesti
a nessuno di pronunciare.
A me lasciasti ogni libertà:
mi appropriai della tua anima,
dopo che mi permettesti di vederla.
La tenevi appoggiata
sul palmo della mano,
offrendomela
poichè altro non avevi da darmi.
Riluceva, brillando al sole,
perchè pura e limpida come una goccia
del nostro mare salato.
Mi rispecchiai in lei:
vidi la mia felicità,
per questo mi appropriai
di ciò che mi offrivi.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Il dono più grande hai avuto
di chi altro non aveva,
dono offerto all'amore
che come stella del mattino riluceva.

Luigi

il 17/03/2002 alle 12:35