PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 22/03/2005
Delirio
dalle mie grida
urla interiori
confondono
il mio animo.
Sentire e non udire...
non capire;
quel linguaggio
è senza significato.
Infrangere
le barriere del vivere comune
per decifrare poche parole:
"Tutto è stato vano"
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

tormentate storie d'amori..
quando ne usciremo fuori?
pirro

il 22/03/2005 alle 12:50

Non sono storie d'amore. Questa poesia parla del flusso dei miei pensieri sulla vita

il 22/03/2005 alle 13:03

ahahhah che gaffe!!!!
scusami ma non le capisco ..tutte!!!
un abbraccio
pirro

il 22/03/2005 alle 17:51

niente è stato vano, di quel che è stato
...è solo passato
:-))

il 22/03/2005 alle 18:44

Una potenza che pretende almeno un debole ascolto!
Niente e' vano...
Un salutone.

il 23/03/2005 alle 09:28

Grazie megrez
è bello vedere che il mio modo di scrivere è gradito

il 23/03/2005 alle 11:37

Grazie...lo so e non acsolto quei pensieri

il 23/03/2005 alle 11:37

Trovo una singolare coincidenza del tuo tema, con una mia poesia che ho fatto ieri e che pubblicherò domani...
La tua efficacemente rappresenta il mondo senza uscita di una dimensione del dolore in un contensto assolutizzante che è l'incubo...
Ciao!
Axel

il 24/03/2005 alle 13:59

Rappresenta un modo in cui in periodi complicati si comunica è incubo, ma anche viaggio

il 24/03/2005 alle 14:14

Quante domande senza risposta e quante ore
passate a tentare di vivere... La rabbia è profonda
nello scoprire che siamo solo passeggeri nel vento....

il 28/03/2005 alle 17:30

Bellissimo commento. Grazie, Solaria

il 29/03/2005 alle 09:15