flo
Pubblicata il 15/03/2002
POETICA PER LA GLORIA






Gomitoli di nuvole si sfrangiano
danzando con le trottole dei venti
sotto pozzi di lune si ricangiano,
s’arruffano or veloci ed ora lenti.

Notte è scesa sui campi alti del cielo;
bianche nevi del mandorlo fiorito
contrastano gli scheletri del melo
come intarsi di un manto già scurito.

Mi culla l’aria in giochi di farfalle
sfiorando lieve il viso di carezze;
scruto assente le luci nella valle
tremanti nel respiro delle brezze.

Alte querce brandiscono le braccia
come spettri di sogni mai sopiti;
affranto il mio pensiero freddo scaccia
vecchi cari ricordi già ingialliti

che scendono fin dove i neri veli
di un tempo batton l’ali sul passato;
è inutile che stanco ancora aneli
a un incanto d’oblio dimenticato.

Flo "Il Rimatore"




  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Caro Floriano, la tua lingua poetica ci fa sentire bambini che cercano di sondare l'universo della parola.
Che dire ? Ci si perde nelle tue dolci rime.

Luigi

il 15/03/2002 alle 21:13
flo

Ciao, grazie per l'intervento
Floriano

il 15/03/2002 alle 22:25
flo

Ciao Luigi,
non è vero, siete tutti bravi: ognuno ha il proprio sistema che è quello più congeniale e col quale si esprime meglio.
Poesia è espressione quindi può essere fatta in mille e mille modi.
Ciao ciao.
Floriano

il 15/03/2002 alle 22:27

Che immagini! Quelle querce sono fantastiche! Ma anche i respiri delle brezze, i veli neri e gli intarsi del manto già scurito... Trovi fuori delle idee veramente efficaci, e ancor più apprezzabile che sia in rima, ma stavolta non volevo più complimentarmi per questo, è talmente ovvio ormai che sei grande!
Voglio però fare una considerazione che non so se condividi: credo, contrariamente a quanto si pensa generalmente, che non sia vero che la rima "limita" la creatività, costringendo il discorso che si vuol fare nei canoni che la rima richiede. A me succede invece che cercare e individuare rime prima, a volte mi solleciti alla ricerca di nuovi termini e nuovi accostamenti rispetto al pensiero in embrione, e a volte ne nascono idee nel loro piccolo davvero originali ed efficaci. Sei d'accordo?
Ciao.
Terry

il 16/03/2002 alle 00:24
flo

Cara Terry,
direi proprio che hai ragione.
La ricerca della metrica e della rima non limita affatto la creatività, anzi!
Prova ne è anche questa mia ultima poesia, dove puoi trovare espressioni poetiche di una certa efficacia, inserite in una poesia musicale con delle rime non forzate.
Certo è che occorre più tempo per sistemarle correttamente, ma dà anche una maggiore soddisfazione.
Ciao Floriano

il 17/03/2002 alle 20:10
flo

Cara Alessandra, grazie dei complimenti, faccio del mio meglio e talvolta riesco a conciliare le rime con la lirica e l'espressione poetica.
Grazie e un saluto
Floriano

il 19/03/2002 alle 11:54
flo

Grazie Eleonora,
Vedo solo oggi il tuo commento.
Certo che mi piace darti un parere sulla tua poesia "ombra mai fu".
Vado a leggerla.
Ciao Floriano

il 28/03/2002 alle 16:30

secondo me il successo della tua poesia è il titolo..."la gloria"
cmq è vero sembra di essere avvolti dalle tue parole!
si capisce anche dalle tue risposte il tuo animo nobile!
complimenti!
GLORIA

il 23/04/2002 alle 22:40