Utente eliminato
Pubblicata il 13/03/2002
La goccia di sangue
che scorre nell'incavo
delle tue cosce eburnee
é il segno dell'infelice passione.
Che chiusi in questa lurida
stanza d'albergo
consumiamo da quattro giorni.
Nell'immobile attesa
del vuoto siderale
che fuori ci attende
per sempre.
Così, quasi per gioco,
su un'innocua ciliegina
che ricamava ghirigori
sulla tua pelle lattea,
ho scoperto con orrore
tutta la noia di vivere.

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Mi evochi brutti ricordi e brutte sensazioni ... questo è non molto bello per me ma vuol dire che hai esternato con bravura le sensazioni provate o immaginate .....

Ciao.

il 14/03/2002 alle 15:30