Pubblicata il 13/03/2002




compravo le bottiglie da un
tipo che aveva un bar e mio
nonno era stato il suo capo,
attaccammo discorso con quello,
quando frequentavo quel bar,
ma non ricordo come iniziò
la storia delle bottiglie,
so solo che compravo e
compro ancora adesso
le bottiglie da lui a un deca,
vodka, gin e altro…

le bottiglie di vodka hanno
un dosatore di plastica
nel collo, ne fa versare
poca alla volta, mi da
fastidio e lo tolgo facendo
leva con una chiave:
voglio che ne scenda
il più possibile;
bevo a canna di solito e
con il dosatore devi succhiare
come da un biberon,
non mi va di certo.

la maggior parte delle bottiglie
che ho comprato da ‘sto tipo
le ho bevute con una tipa
sdraiati sui sedili della
mia o della sua auto
in qualche posto isolato
al buio dove nessuno o quasi
veniva a darci fastidio.

ho passato splendide serate
in queste macchine con
lei e la vodka e nelle ultime
facevamo l’amore pensando
di fare sesso ma era
bello anche così,
tanto il succo era quello.

l’autoradio suonava la nostra
musica e l’isolamento era
ciò di cui avevamo bisogno.





  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Ciao Giuss , scrivi la quotidianità delle esperienze alcooliche , ma dimmi dov'è il tipo delle bottiglie da un deca?
Sai con i tempi che corrono ne farei scorta.....
Averlo saputo prima quante lire risparmiate.....


Ciao continua a scrivere che mi diverte leggerti.

il 14/03/2002 alle 16:28