Pubblicata il 27/02/2005
PIEGA UNO
(Splendida demenza)

Splendida demenza illuminata di luna!
La bruma mattutina coprirà le scie del vissuto
sicché non importa che faccia, che dica,
che diavoli stanchi trascini didietro
tirandoli per i capelli.
Inciampo nell’ombra di me, che follia
sentire le stelle affilate che pungono gli occhi,
le spalle, la mente sottile.
Un tuffo di tra le pareti,
riemergo nel chiuso dell’inaccessibilità quotidiana:

che grande letizia
se il pensiero arrivasse soltanto
fin dove l’occhio vede!


PIEGA DUE
(Quadro d'insieme)

Lascio la luna ai poeti
le stelle agli amanti
il mare a chi sogna di fughe, lontano

Ai folli i sussurri del vento
ai gatti l’odore salmastro
ai bimbi la sabbia sottile e infinita

Ma tengo per me la perfetta emozione
di tutto l’insieme, non detta, nel cuore

Che l’anima sia una tela
e l’occhio un esperto pittore!


PIEGA TRE
(Scritta di bianco)

Come la neve
m’avvolgo alla tua vite
lento e paziente.

Triste nel suburbio t’anelavo
rigirandoti tra nervi e neuroni
poi d’un tratto m’affiorasti sottopelle
mascherata d’un sottile tremolio, e persistente.
Ora, che s’apra l’inferno ai miei piedi
o cada dal cielo una stella infuocata,
non paventerò sofferenze peggiori
di questa cesura, benché limitata, d’amore.
E sappimi assorto di te, mentre scruto d’intorno
il tempo fuggente che a te riconduce, legaccio
sì lieve e vitale, e cardine e perno e fulcro e motore.

Alla tua vite
paziente come neve
lento m’avvolgo.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

E' veramente meravigliosa!! cos'altro dirti..spero di leggere qualcosa di tuo presto..complimenti e bacio,
strange

il 27/02/2005 alle 20:59

Mmm... Addirittura meravigliosa!?! Grazie mille davvero!!!
Sarò lieto di farmi leggere presto, spero di non deluderti!
Ciao!!!

il 28/02/2005 alle 00:53