Pubblicata il 12/03/2002
Distratto
percorro strade
come argini
un vecchio brucia stoppie
ai loro margini.

Chiudo gli occhi
e ascolto...
sfuocate immagini
perse nel tempo
prendono forma.

Nella casa dei ricordi
un camino brucia
la mia infanzia
allegramente scoppiettano
i verdi anni.

Come legna bagnata
da innocenti sogni
producono
un fumo denso, pesante,
piccole particelle
lentamente
si liberano nell'aria della vita.

Apro gli occhi e piango...
sul viso
lacrime incrostate
come tazzine dimenticate.

Ora che l'innocenza è perduta
ardono bene i miei anni
velocemente
il fuoco volta le pagine
della vita.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)