Pubblicata il 22/02/2005
Buio, note di sax
accompagnano la notte e le mie scarpe
tacchettano l'asfalto rumorose
avide di passi dentro il freddo

Pensandoti rimescolo
carte da gioco al tavolo
come se fossi vivo
all'altro lato

Manca un bicchier di vino
e l'occhio sereno e stanco del bambino
che a volte fingevi in te
per non soffrire

mentre mi chiedo
come non morire
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

belle note in blues...volano di pensieri :-) Luna

il 22/02/2005 alle 10:27

Vero?
Ci pensi che è davvero una costruzione a tavolino? insomma.. nessuna musica nessun tacchettio. Ho inventato tutto di sana pianta. Tranne il ricordo di quella persona assente ^_^
Grazie per il tuo commento

Kri

il 22/02/2005 alle 10:40

sai..a volte si vorrebbe solo volare..ma qualcosa ci trattiene inchiodati ai desideri...:-)

il 22/02/2005 alle 10:46

E' bella l'atmosfera che hai creato coi tuoi versi, è bello il tuo stile, sempre accattivante, sempre elegante... Piacevolissima la sensazione che mi hai regalato con questa tua...
Un abbraccio
Ema

il 22/02/2005 alle 16:40

..sempre accattivante.. sempre elegante.. Mi rendi un onore ben più grande del commento a questa poesia, reiterando il mio successo presso di te, con queste parole.

Grazie davvero!

Kri

il 22/02/2005 alle 17:18

Seppur poco presente nei commenti e nella produzione poetica (in questo periodo) rimango un'attenta lettrice che apprezza molto i tuoi versi, in contenuto e forma! Trasmetti molto!
Ti riabbraccio
Ema

il 22/02/2005 alle 17:22

adoro la prima strofa!! mi ricorda tante, ma poche rispetto a quelle che vivrò, notti bolognesi..la musica ancora e sempre nella testa e d i passi sulle strade semi deserte..bellissima atmosfera!! complimenti e bacio,
strange

il 23/02/2005 alle 11:02

Mo brava....
Ho letto qualche tua poesia...sono tutte brevi ma incisive composizioni poetiche e mi piace molto il tuo modo sia di scrivere che di sintetizzare immagini che si mescolano ad emozioni.
Commento questa perchè è molto nostalgica e musicale...bella e senza risposta la chiusura.

CIAO
PABLO

il 25/04/2005 alle 00:52

Mi piace essere sintetica, ancheperchè diversamente mi perdo nei meandri del mio tempo a perdere.. e non mi ritrovo mai, finendo per essere frustrata.
Grazie per esserci
Kri

il 26/04/2005 alle 17:21