PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 03/02/2005
.

Galleggiando
su una soffice schiera
di piume rivestite -
le labbra socchiuse
per far uscire
una nuvola di pioggia,
gli occhi immersi
e persi
nella infinita vastità
dell'immaginazione...
la mano che,
mia unica amica,
mi nutre
di aere prelibato
per i miei sopiti sensi
che si affievoliscono...
una nuvola vaga
nell'oscurità della stanza,
frizzanti ed agghiaccianti visioni
come realtà - palpabile...
il buio mi penetra dentro
e fa rivivere la mia anima...
le narici fremono
chiedendo solo di assaporare
un altro soffio
di pizzicante aria.
Il caldo mi soffoca
il freddo mi uccide...
vorrei rimanere eternamente
in questo bramato limbo.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Visione molto particolare di abbandono, suadenti le immagini, si prestano a varie letture...
Un abbraccio!
Axel

il 03/02/2005 alle 20:20

anch'io alla tua età non volevo uscire...dal limbo..
ma poi son volato come un'aquila ...e ho visto il mondo dall'alto...
pirro

il 03/02/2005 alle 22:06

anch'io alla tua età non volevo uscire...dal limbo..
ma poi son volato come un'aquila ...e ho visto il mondo dall'alto...
pirro

il 03/02/2005 alle 22:08

sì..diverse letture, ma la mia preferita e quella su cui l'ho scritta è l'abbandono alla droga ed al mio adorato tabacco in generale..eehh..fantastico..tanti ricordi e tante idee per il futuro..sto impazzendo..bacio,
strange

il 04/02/2005 alle 14:52

grazie per il bellissimo e poeticissimo commento..ma in ogni caso..adoro quel limbo procuratomi dall'alterare dei sensi, ma allo stesso tempoamo e non rinuncerei per nulla al mondo all'emozione ed ai brividi che mi comunica il volare alta e libera guardando sotto..sperando di farlo poi veramente..bacio,
strange

il 04/02/2005 alle 14:57