PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 26/01/2005
Sentieri accaldati e tristi
mi scavano l'anima,
le fosse sono ricolme di rospi
assetati che boccheggiano
l'atroce spettacolo
per gli occhi lucenti
di ombre stordite.
E non ricordo come si fa a piangere...
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

un canto triste ma scritto da vero poeta.

il 26/01/2005 alle 17:48

Esistenziale. Un salutone Serafico

il 26/01/2005 alle 20:20