Pubblicata il 23/02/2002
A te
Angelo mio
che poco ti reclamo,
nuvola/ nembo
filo/sutura
del regno,
chiedo un'aiuto.
Oggi
Io annego
nel nulla,
nel perduto senso
della vita,
nell'allodola appassita
nel tempo che mi sfugge.
Ed Allora
perché non m'appari ???
e riporti
quel volto,
la presenza della Madre
col suo volto rigato.....

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)