Pubblicata il 25/10/2004
Ho la tua foto
dalla giacca rossa,
col graffio d'oro
ad occultar l'occhiello,
che allor mettevi
per andar di sera.

Vi pieghi un po' la testa,
un poco appena,
come il sorriso mai concluso
e serio,
che t'appariva
ad ascoltar quel Fado
che gia'soffiava
ed or continua il canto.

Tu gia'sapevi
e sempre l'hai saputo,
che poi saremmo andati,
come radici opposte a stesso tronco,
in sterminate gallerie forzate,
tu,verso il sole,spero,
io senza verso.
Per questo non mi guardi.
per questo non ti fai guardare.

Ma nei miei occhi tu
ci sei di casa,
perche'da quando fosti nella luce,
sempre e per sempre poi,
facesti velo,
ad ogni gesto
ad ogni mio pensiero:
tu,petalo leggero,
io,nudo stelo.




A mio figlio.


  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Troppo commovente e triste.. non so commentarla..
ma la dolcezza e la rassegnazione con cui l'hai scritta si commentano da sole...
I figli sono sempre dentro di noi.. anche se, a volte, fisicamente non possono esserci vicini.. anche e se le vicissitudini della vita fanno in modo che non possiamo viverci insieme..
Ma come dice Gibron , noi siamo l'arco e i figli la freccia.. noi possiamo solo lanciarli.. poi la vita li porta dove a volte nemmeno sapppiamo...
Ti sono vicina... ho avuto la tua stessa esperienza..
sulla guancia Any

il 25/10/2004 alle 14:49

Mi piace, in modo particolare, il modo in cui si chiude la poesia: come un ripiegarsi su se stessi e un augurio per il proprio figlio... che va verso la vita

il 25/10/2004 alle 17:39

Any Any...simili anche in questo!Ma sono felice di avere accanto la tua semplicita'la tua profondita',il tuo splendore. sui capelli...

il 25/10/2004 alle 20:54

Brava!...e'cosi'.Ma lui avrebbe voluto essere il mio Enea...tenermi ancora...portarmi ad ripam..ma io incontrai sirene..e lui non capi'..e poi non e' facile essere Anchise,se uno ama Ulisse.Pero'...mi manca..Mi manca.e poi ..le sirene,... oh le sirene.Lo sapevo...lo sapevo,ma...

grazie,ciao

il 25/10/2004 alle 21:46

..guido guido..il tuo affetto...!Non me lo fai mai mancare.Mi serve al pari della tua competenza.Tu sai che tra quei 25 ai quali (giustamente)non arrivero' mai,sei e sarai sempre il PRIMO. ti abbraccio,massimo

il 25/10/2004 alle 21:55

Ricambio l'abbraccio che sento commosso,ma ora e' la tua sensibilita' che mi commuove!grazie

il 25/10/2004 alle 22:04

...mi confondi...grazie,cio'che scrivi tu non e' da meno!anzi...ciao

il 25/10/2004 alle 22:07

dal titolo pansavo si parlasse di cappuccetto rosso...

il 26/10/2004 alle 10:34

dal titolo pensavo si parlasse di cappuccetto rosso...

il 26/10/2004 alle 10:34

gia letta ne riassaporo la fragranza
Luna

il 26/10/2004 alle 17:41

E' vero!!!te l'avevo gia' fatta leggere appena scritta,... con la disperazione nel cuore ...e tu capisti.Sono veramente commosso dal fatto che tu,che hai letto tantissimo e bene , e scritto altrettanto e bene ,
ti ricordi una mia cosa..Bellissimo regalo grazie.

il 26/10/2004 alle 19:22

...esageroso...grazie

il 26/10/2004 alle 20:01

molto garibadina ma intensa mi piace ciao elf.

Fc.

il 09/11/2004 alle 16:05

solo per testimoniare di averti letto...non commento, scusa....tanto sai già tutto!!!!
Ciao
Leila

il 10/11/2004 alle 09:07