Pubblicata il 06/09/2004


Al margine del torrente
sta la silenziosa e lucente luna
nascosta dagli alti fusti di canneto
che come guardiani in fila
rendono la notte benevola
verso le calde effusioni
di caldi approcci dell’acqua opalescente.

Aliti di vapore di tanto in tanto
nascondono i raggi lunari
creando un’arcana atmosfera dantesca
di gironi lussuriosi in cui i nudi corpi
s’avvolgono in propizie e liberatorie danze.

La cupola di cielo risplende
con tutta la sua veemenza.
È l’annuncio
d’una notte imprevista
e nei giri in valzer di braccia aperte
la pelle sulfurea è percorsa da gelidi brividi
che neanche le vigorose cascate
d’acqua bollente riescono a lenire.

E noi bersaglio di quel vapore
avvolti nell’oscurità
liberi dai veleni
ed uniti in complicità segrete
mentre la luna ormai sazia
e conscia del suo potere
rende il paesaggio di nuovo luminoso.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

ti ringrazio per la tua visita e per la preziosa citazione.
M'

il 07/09/2004 alle 19:53

In effetti l'atmosfera era adatta...e non essere romantici in quella situazione mi da proprio di peccato mortale.
La luna poi ha fatto il resto...in quella fantastica ed affascinante situazione....ehehhe
Un caro saluto ed un abbraccio speciale.
;-)
M'

il 07/09/2004 alle 19:55

..tu sai quanto adoro ascoltare i paesaggi lunati mischiati a parole d'amore....e da te li ho scoltati incantata...LL.

il 08/09/2004 alle 11:38

Sorrivo, vi penso, siete davvero belli sotto la luna ... sempre mitico! Bacio! Cristiana

il 08/09/2004 alle 13:03

un grazie dolcissimo a te carissima....
;-)
M'

il 10/09/2004 alle 17:57

non so se siamo belli cara, ma posso assicurarti che eravamo caldi!.....ehehheeh
;-))))))
M'

il 10/09/2004 alle 18:00

I tuoi commenti...poesie...parole che al vento risuonano.
Quanto mi sono mancate...
Ti adoro per quello che sei...
Un bacio...e grazie del delizioso commento!
;-)
M'

il 13/09/2004 alle 21:41