Pubblicata il 08/02/2002

Tu, lesta come il sorriso che spesso
mi facevi, talvolta ancora scivoli
dentro i miei sogni con passo furtivo,
con movenze feline. Il grimaldello
è proprio quel sorriso con cui violi
ancora la cassaforte del cuore.

Però stavolta tu non hai trovato
più l’amore: l’hai già rubato tutto!
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

E' carina, la tua poesia che ha una carica di benevola ironia, sono solo un po' perplesso per la versificazione che avrei visto con degli "a capo" diversi. Scusa se mi permetto di proportelo, ma non sarebbe stata più scorrevole così?:
"Tu, lesta come il sorriso
che spesso mi facevi,
talvolta ancora scivoli
dentro i miei sogni
con passo furtivo,
con movenze feline.
Il grimaldello è
proprio quel sorriso
con cui violi ancora
la cassaforte del cuore.

Però stavolta tu non hai
trovato più l’amore:
l’hai già rubato tutto! "
Non è più semplice la lettura?
Ciao
Axel

il 10/02/2002 alle 11:01

Il fatto è che l'impaginazione del sito talvolta massacra le mie poesie: sono esclusivamente in endecasillabi, quindi i versi risultano lunghi e spesso nel quadratino vengono tagliati. Comunque scorre bene anche nella tua proposta.
Ah, su Eco la pensiamo allo stesso modo!

il 11/02/2002 alle 20:13