Pubblicata il 06/02/2002
Ho solo voglia di piangere
Far uscire tutto il dolore
Urlare
Tutte le parole tenute incatenate
I pensieri mai svelati
Ho solo voglia di piangere
Davanti a te
Che non credi in me.
Vorrei buttarti in faccia
Il male che mi fai
Farti vivere sulla pelle
Le ferite che tengo nascoste
Vorrei piangere le lacrime
Di cui non sai nulla
E vedere la tua reazione.
Riusciresti a capire finalmente?

  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

No non capirebbe comunque perchè il dolore anche se sulla sua pelle rimane comunque il tuo e il dolore degli altri di solito non ci tocca nel profondo ma solo in superficie.
ciao.
forza l'amore è bello e vale la pena di soffrirne per trovare quello vero.

il 07/02/2002 alle 14:37

Hai perfettamente ragione quando dici che il dolore degli altri non ci arriva mai nel profondo, nessuno è in grado di comprenderlo appieno.
Però quante volte c'è il desiderio che questo accada......
Si piange spesso per amore, l'importante è che poi ci siano anche giorni di gioia.
Grazie a presto

il 07/02/2002 alle 17:48

La cosa che più mi ha intristito della tua poesia è il verso
"Ho solo voglia di piangere
Davanti a te
Che non credi in me."
La cosa più brutta è la mancanza di fiducia nella persona che ti sta a fianco, è proprio quello che distrugge, forse più di altre cose.
Ti abbraccio
Axel

il 12/02/2002 alle 15:54

Ciao Axel, questa poesia è nata in un momento di vera tristezza.
Hai colto in pieno il verso centrale della mia poesia.
E' vero, la sfiducia distrugge tutto.
Nel mio caso la persona in questione non crede nell'amore che nutro per lui. Pensa che sia niente, che non esista nemmeno.
Grazie del tuo commento. ciao Angela

il 14/02/2002 alle 16:12