Pubblicata il 18/06/2004

in che idioma coreografartelo, l'amore
e la cura oscura che ebbi per te,
Lou Certola, mio insetto preferito?
ho preso con guanti di rosa il mattino
torpido di sbadigli e l'ho tostato
per te, spremevo mandorle amare ogni giorno
solo per me. guarda queste tendine,
le ho appese per te. per te componevo
insonne alla macchina da cucire
queste poesie:

"…varco la soglia lustrale del tempo
avviluppato in araldiche enormità,
titillo la segreta cabbala
delle cantatrici nude sul fondo dell'oceano,
imparo a esprimermi in suoni gutturali
sperano di toccare l'anima delle stelle,
sbavo davanti all'arca dei mille tesori
suggendo zuccherini liquori
all'anima del tempo: dissolvenza d'interni furori
sul deflagrare del mio afflato lirico…"

ma sei insensibile e duro come King Kong.
non mi resta che mangiare un theremin.
a sufficienza te l'ho coreografato?
das ist genug. partirò
per l'isole Aleutine domattina.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)