Pubblicata il 03/05/2004
Ombra di donna, sali verso il cielo,
e sole che accarezzi con gli sguardi
delle tue mani, e dove sia vittoria
sei tu, con il mio sogno breve, sogno.

E torni su dove si posa il tempo
in equilibrio, appeso ad un istante
di sogno e carne, e cade sulla terra
muta del sole il primo raggio, l'alba.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

un piacere rileggere i tuoi incantevoli versi.
Un saluto fili!
;-)
M'

il 03/05/2004 alle 22:33