Pubblicata il 23/03/2004
Incerta primavera
imponi il grigio
come dogma
di una vita
che raramente
si dispone a scacchiera
in bianchi e neri
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Allooooora ti interpreto.-) :
anche la primavera è incerta (qui no è scoppiata)
si mostra con colori che non sarebbero suoi...così la vita..non si capisce un c. xchè le cose non vanno semplicemente come dovrebbero un bel nero o bianco , chiaro definito ma un arcobaleno di mille grigi in tutte le sfumature (bello però x chi ha occhi)
che bisogna gestire , interpretare, accettare, quando una bella scacchiera sarebbe molto meno stressante.
era così???
Bravo, Bellissimi versi, rivelano la tua fatica a portare la maschera a mostrarti come tutti si aspettano da te....risale a quando la mamma dice 'se sei buono la mamma ti vuole bene' e così si castrano le xsone..cioè la maggioranza.
condizionamenti ci fanno investire sul grigio..magari a scegliere forti colori poi non succede niente..provare a non avere paura
un bacioapplauso
breveintensapienadiuntuomomentorivelatore .-))
baci da metà mattina
f.

il 23/03/2004 alle 10:37

...ogni stagione impone il suo grigiore...sta poi a noi coglierne l'essenza e respirne solo la parte vitale...un abbraccio

il 23/03/2004 alle 12:23

E' vero che i bianchi e che i neri sono piùcomodi ma la vita è fatta di grigi e la gestione della confusione è il rimedio contro la depressione. Chi inquadra la vita in bianchi e neri non può crescere, vive di riti....
Ciaoooo forse la confusione non la sto gestendo così bene....
Bacio Umberto

il 23/03/2004 alle 12:59

Hai condensato un bellissimo concetto in pochi versi, lineari e profondi al contempo... Io credo che la vita di ognuno di noi sia fatta di grigi, la differenza sta fra chi per semplicità di vita li vuole vedere appiattiti in bianco e nero e chi li vuole tingere di luce più o meno colorata, apprezzandone ogni sfumatura, immergendosi nella propria primavera... Non che sia semplice, ma sarebbe triste guardare il mondo e la vita in due soli colori, sarebbe irreale... Ecco, già inizio a divagare, meglio mettere il freno che altrimenti mi lancio in contorsionismi di pensieri a voce alta... ;-)
Ti abbraccio d'iridescenza, stendendo il mio archetto colorato su di te...
Ema

il 23/03/2004 alle 13:29

bella unberto
tra poco arrivera
la dolce primavera,
un abbraccio
dd

il 23/03/2004 alle 18:38

Hai colto il senso di quello che volevo scrivere e cioè che i bianchi ed i neri sono un comodo escamotage per sfuggire alla vita e cadere nei riti. Se poi vuoi possiamo usare tinte diverse. Insomma la vita è fatta di tinte pastello.
Bacio Umberto

il 23/03/2004 alle 19:15

Lo sapevo che vedevi grigio,in primavera poi...
ognuno vede ciò che vuole
Solegialloverdeazzurroeccecc
a pasqua
ciao

il 24/03/2004 alle 11:41

sai che pochi sanno 'vedere' i grigi ? anche quelli del cielo che non è grigio e basta ma pieno di luce , sfumature..bisogna essere molto raffinati...x vedere i grigi i più non vanno al di là del rosso giallo verde...
ti vedo splendere di qui..addentando bistecche;-)
f.

il 25/03/2004 alle 12:28

Ciao amori miei,in verità il grigio è un bellissimo sfondo dove porre i vari colori,potremmo affermare che è il Tao che racchiude i due estremi.è che volevo far diventare avvu da grigio a nero,ma vedo che ha tenuto fede a se stesso.
Riguardo alle bistecche,esse rappresentano i pregiudizi,le convinzioni le idee che ci siamo fatti e le paure del nuovo.
Ciao bimbi
solebimbo

il 25/03/2004 alle 14:17

be io lo avevo capito infatti ti proponevo veli....
magari lui..non so.-))))
a paqua farete da soli io vado a cancun....e vi mando una cartolina ;-)

il 25/03/2004 alle 21:46

belle come sempre.Ti cerco e ti trovo nei commenti e nelle tue parole così piene di poesia. Ma prima o poi riuscirò nell'intento?

il 01/04/2004 alle 07:25