PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 18/03/2004
Eih! dico a te
non ti voltare intorno

ma lo senti il fracasso della primavera?
ti penetra come un’amplesso
sotto e fuori le lenzuola
si ficca tra il fato
e la speranza
tirandoti l’orecchio
al canto esagerato
d’ogni uccello felice
t’allunga il collo
fuori della tana
da quel letargo
intorpidito e greve
e t’accorgi solo con gli occhi
che la tua finestra
è rimasta aperta tutto il giorno

come si può
ora
non amare
la tana disperata dell’inverno

  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

e... vaiiiiiilu
o vieni?

ci ho la fiacca primaverile

la musa

il 18/03/2004 alle 09:16

... e tra petali di camelie
dipingerò la luce
dei tuoi capelli rossi

ti bacio
Kat

il 18/03/2004 alle 10:19

la tua zampetta sul mio viso

Kat

il 18/03/2004 alle 15:50

Una poesia davvero molto originale... tutti, oramai cantano la primavera e tu, invece, plaudi all'inverno, al suo disperato tentativo di difesa al suo calarsi intrincea per combattere una battaglia già persa in partenza, metafora, in molti casi, della nostra esistenza... mi è piaciuta moltissimo... un bacio quattro stagioni ( come la pizza ) a te.
Michele

il 18/03/2004 alle 17:10

commento che m'ha fatto venire fame
di pizza e baci
e sempre molto attento in fondo
amo tutte le stagioni, in tutti i sensi
grazie michele
Kat

il 19/03/2004 alle 00:06

io ti leggo in anteprima
e tu arrivi per ultima
così il cerchio
semiaperto delle braccia

Kat

il 19/03/2004 alle 10:37