PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 10/03/2004
Serotina la bocca
brillava di margherite,
bianche come le pagine
di un taccuino segreto
mormorato tra le lapidi
di un cimitero in disuso:

se guardi il muro
esso non volge
in distese di girasoli,
sabbia del tramonto,
vento di primavera
o vociare d'infanzia
ma lascia gli occhi
rigati come vetri
infranti come i cuori
degli imbianchini
delle case rosse.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)