Pubblicata il 09/03/2004
Non sopporto la luce,
alla penombra di una candela eccomi…
Sola sempre
anche se amata
anche se odiata
anche se invidiata
anche se apprezzata
sola e null’altro
se non con me stessa di fronte
a ciò che sono senza altro
se non la mia faccia e solo quella davanti.
Io.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Ecco, al buio... si accende un riflettore... in scena compare una ragazza che regge una candela... il riflettore si spegne e rimane solo la luce della candela... lentamente la attrice inizia a recitare questi versi... semplicemente fantastica... bacio a te.
Michele

il 10/03/2004 alle 17:32

che bellezza...sembra di vederla...se avesi pasienza a scrivere un bel dramma teatrale...ma non ho pasienza...troppi particolare,...mi sa che mi devo cercare una bella collaborazione....un bacio e gracias miguel

il 10/03/2004 alle 20:06