Pubblicata il 14/01/2002
Da quando bambino
guardavo il mondo,
l'azzurro degli occhi
era riflesso di cielo,
tutto azzurro vedevo
anche la notte più nera.

Non il colore vedevo
ma l'anima bella
di tutte le cose,
il cuore sincero
che ogni uomo
poco o tanto
ha posseduto...
è forse per questo
che ora mi dicono
"Poeta Azzurro".
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Molto attento.. a rimanere bambino...

il 14/01/2002 alle 19:28

Sciogli le briglie al bambino, fallo correre su prati verdi, rotolare in mezzo ai fiori, ridere di gioia guardando il sole.
Parla un eterno Peter Pan

Luigi

il 14/01/2002 alle 23:48

L'immagine è in me, poi in realtà mi rotolo fra libri e CD, strimpello e gioco con spade e computer.
Ciao Louis!
Axel

il 15/01/2002 alle 08:59

Guardare il mondo con gli occhi di un bambino è la cosa più bella che ci sia. Rimani sempre quel poeta azzurro!!! Angela

il 15/01/2002 alle 15:04