Pubblicata il 12/01/2002
Fino a quando avrò occhi
tu avrai respiro
nel tremolo silenzio della sera
che aleggia parco
dei tuoi consigli severi.
Ecco
io vivo nei ricordi e nel presente
quando ti venivo incontro
o fuggivo ai tuoi rimproveri
quando stringendo le mani a pugno
correvo inseguita dai tuoi richiami.
L'ombra e la morte
non avranno vittoria
su noi
perchè fino a quando avrò occhi
tu avrai respiro:
la mia parola è vita
ed in me, con lei, tu sei vivo.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

In una poesia che ho dedicato amio padre ho scritto:
"Lui non era
Più lì
Ma gli alberi
Il sole
E il mondo intero
Erano ormai con lui."

Ciao

JJ

il 12/01/2002 alle 23:35