Utente eliminato
Pubblicata il 12/01/2002
Guardare il tempo,
stracciando il calendario
con rabbia
non serve
a spegnere la mia rabbia.
Guardare la tua fotografia,
stringerla sul cuore
non mi dà il tuo stesso calore...
rimirarsi le mani vuote,
ormai stanche
e stringere i pugni
ammettendo che è finita
è molto duro.
Ritrovarsi soli,
senza di te,
dopo tanto amore
è insopportabile
e mi convinco
che la vita è assurda.
Se penso
che poi
tutto continuerà
come se niente fosse successo
mi viene il dubbio
di chiedermi
se questa è la vita,
e se lo è,
se vale la pena di viverla.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Ester, sei sempre straordinaria.
"LUMICINO" l'ho scritta per te.
Luigi

il 12/01/2002 alle 13:40

Carissima mamma, il dolore di perdere un figlio non si dimenticherà mai, la rabbia con il tempo si placherà, ma il ricordo di lui vivrà in eterno nel tuo cuore e negli animi di chi l'ha amato.
sono sicura che ora è un angioletto, un bambino non può diventare altro che questo.
Una poesia molto intensa, struggente e vera. Continua a scrivere, sei bravissima. con affetto Angela

il 12/01/2002 alle 14:38

Parole semplici e nello stesso tempo così crude devono far comprendere a noi genitori la grande gioia e limmensa fortuna che abbiamo quotidianamente sotto gli occhi.
Una strana coincidenza quella che mi è capitata ora entrando nel sito : ho appena inserito una mia poesia scritta stamane dedicata ai miei tre figli. Poi torno alla Home page e rimango folgorato dalle tue parole....

Ti regalo un mio sorriso e se può esserti utile
TI sono vicino.
Un abbraccio

il 12/01/2002 alle 16:39

abbi almeno il coraggio di firmarti.
Non ci sono parole...

il 12/01/2002 alle 16:44

Visto, Ester, in fondo, tranne qualche caso da dimenticare( forse è meglio far finta che non esista ) l'amore materno espresso su poche righe, lascia una traccia profonda. E lo puoi vedere quanta solidarietà hai intorno.
E nell'affetto di cui ti circondiamo, anche la traccia di come sei entrata nei nostri cuori, in così poco tempo.
Ciao, "ricciolona"
Luigi

il 12/01/2002 alle 20:08
fax

Queste parole, quest'amore disperato che esprimono, bastano da sole a dare un senso alla tua vita. Credo che, per quanto retorico possa sembrare, questa esistenza vada vissuta intensamente, non importa se con malinconia o con rabbia, anche per le persone care che ci hanno lasciato.
Un abbraccio.

il 12/01/2002 alle 23:17

Che la vergogna per quello che hai scritto t'affoghi!!!

il 12/01/2002 alle 23:32

è bellissima e molto dolce la tua poesia, ma ricordati che l'amore che hai dentro è quello che fa vivere tuo figlio e il suo ricordo non morirà mai, attingi ai ricordi, sono la nostra fonte di vita, e lui è li sempre accanto a te e con te...sorridi al mondo tuo figlio ne sarebe contento e felice....una carezza Loredana

il 13/01/2002 alle 11:54

Non potevo mancare all'appello anch'io. Gli altri hanno detto quasi tutto, perdipiù io non trovo mai parole per consolare. Non è possibile forse. Ma ti sono vicino. La poesia sarà il tuo riscatto se lo vorrai. Queste cose danno la forza di scrivere. La poesia è bella e coinvolge in sezione trasversale tutte le persone che possano, quantomeno lontanamente come me, immaginare cosa significa questo pensiero profondo per te. A presto, Ester.
Dario

il 13/01/2002 alle 12:42

grazia a te Ester per farci capire quantol'amore di una mamma è grande e supera lo spazio, grazie per farci vivere i tuoi sentimenti, ti sono vicina Loredana

il 13/01/2002 alle 20:51

PURTROPPO C'E' SEMPRE QUALCHE IMBECILLE EVIDENTEMENTE PROVATO DALL'AMORE,O DALLA VITA,DALL'INCAPACITA' DI PROVARE SENTIMENTI,IL SOLITO FALSO CHE E' INCAPACE DI ACCETTARE GLI ALTRI,DI COMPRENDERE I SENTIMENTI CHE LUI STESSO VORREBBE PROVARE...MA NON NE E' CAPACE.
CARO ANONIMO,HAI DAVVERO STUFATO CON I TUOI COMMENTI,ANZI,DA ORA IN POI TI PREGO DI FIRMARTI "ANONIMO VIGLIACCO" PERCHE' QUESTO SEI.E NULL'ALTRO.HAI IL CORAGGIO DI CRITICARE MA NON QUELLO DI MOSTRARTI,DI PRENDERTI DELLE RESPONSABILITA'.SEI UN PICCOLO INSIGNIFICANTE POETUCOLO,PERCHE' LA POESIA SIGNIFICA ANCHE ACCETTARE,SIGNIFICA SAPER LEGGERE TRA LE PAROLE,IL MESSAGGIO DEGLI ALTRI.SEI UN POETUCOLO PERCHE' NON C'E' POESIA NEL TUO STESSO MODO DI FARE.
PER FAVORE,TACI E ABBANDONA QUESTO SITO,CHE ACCOGLIE ANIMI NOBILI....E SENSIBILI.

il 14/01/2002 alle 18:25

CARA ESTER....EFATTA,ECCOTI ACCONTENTATA.
VAI A LEGGERE LA MIA ULTIMA SEMPLICE CREAZIONE....A PRESTO
BACI

il 15/01/2002 alle 17:59

Ester , credo che il dolore sia l'esperienza più ricca , ti permette di conscere veramente cosa hai dentro e cosa c'è fuori , questo tra tutti i dolori della vita credo sia il più duro da razionalizzare , ma tutto , tutto ciò che ci accade ci arricchisce , anche la perdita della vita lascia a chi resta un ricordo carico di valori di emozioni , quei pianti che dopo il tempo diventano sorrisi .............
è strana la vita ...............
chissà se riusciremo mai a capirne il vero senso.

Un abbraccio molto forte.

il 19/02/2002 alle 15:38

Ciao Ester volevo manifestarti tutta la mia solidarietà.Calpestare i sentimenti di una persona è terribile,farlo in forma anonima è da "piccola persona" mi associo in questo grande abbraccio devi essere una persona veramente speciale,e tutta questa gente l'ha capito.

il 04/03/2002 alle 22:26

Ciao, è la prima volta che commento una tua "Poesia" trovo che :"al Figlio che non ho più"
sia di valore morale alto,piena di ricordi e rabbia,umanamente ti comprendo spiritualmente meno

Decisamente la tua è una bella "preghiera" senza Musica: dai RosaRossa nella prossima aggiungine un pò! I dolori Restano Dentro di noi! gli altri vogliono quasi sempre Fiori.
Con simpatia MauMusic

il 23/03/2002 alle 17:22