PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Utente eliminato
Pubblicata il 21/01/2004
fin qui sono arrivata
e non sono le nuvole a spaventarmi
né il sangue sparso
né il veleno
né la luna cornuta e fredda
delle tue messe nere
sono venuta
per soffiarti lontano
in un posto di pace
tra le spighe di grano dorato
tra la spuma, le ali e le onde del mare

vieni a guardare insieme Venere che nasce
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Se socchiudo gli occhi,sento gli odori del mare.
Ascolto il frusciare del grano.
Bella davvero,mette la voglia di esserci in quel posto.
Magica.
un inchino ed una rosa per te.
nicky.

il 21/01/2004 alle 09:25

un quadro da vivere.bella.

il 21/01/2004 alle 17:04