Pubblicata il 19/01/2004
La mia bella Turin
una stampa antica
fuori dalla finestra
come una dama d'altri tempi
elegante e candida
con il velo bianco
che dalla Mole discende lentamente
sulle creste ondulate
delle colline circostanti
come a proteggere un segreto...

Silenzio attorno

Da sfondo
i palazzi di mattoni rossi
ricoperti di un manto bianco
sui davanzali si posa un soffice muro
a nascondere una storia, per sempre...

Silenzio attorno, solo un fruscio
pian piano soffocato

Dal cielo lattiginoso
piume bianche volteggiano
e al Valentino
la fontana confonde lo zampillo
nella danza cristallina

Silenzio attorno, solo una luce abbagliante
che fa abbassare lo sguardo
in ossequio all'antica capitale...
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Che affascinanti versi hai scritto. Sarà perchè sono piemontese e amo Torino profondamente ( anche se non ci abito ), ma la tua poesia mi ha fatto ritornare in mente reminiscenze gozzaniane e una mia " anabasi " invernale di un paio d'anni fa alla ricerca di libri antichi presso le librerie antiquarie del centro storico, conclusasi, al contrario di quella senofontiana, con una preziosa vittoria ( leggi l'acquisto della prima edizione piemontese dell' " Iliade " ). Un caro saluto a te e grazie per i bellissimi ricordi che mi hai risvegliato.
Michele

il 19/01/2004 alle 17:37