Pubblicata il 12/01/2004

Da estraneo spettatore
talvolta mi soffermo
ad osservare attento
lo scorrere del tempo,
come da una finestra
aperta sulla vita,
cercando di capire
l'intreccio d'ogni giorno.
Ampi scenari
s'aprono alla mia vista,
valli ridenti in fiore
ed orridi strapiombi
s'alternano confusi
in intricate selve
ove non vedi orma
che t'indichi la via
e il tempo si misura
col ritmo d'un galoppo.
Poi, verso l'alto,
squarci di fuoco ardente
fra nubi di tempesta
mi spingono a salire
su per empirea scala
e guadagnar la luce
ove ogni nodo è sciolto.

  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

..ma se hai scelto una finestra
di questo condominio
le tue visioni saran sempre rosee,
...spero!

ciaooo lupetto mio
bentornato
e come al solito alla grande!
bacione e te
pat.

il 12/01/2004 alle 18:02

Una poesia splendidamente esistenziale e universale: la tua finestra, in realtà, è la finestra da cui anche noi guardiamo l'esterno, a volte spettatori distratti, a volte interessati, a volte malinconici, per arrivare a quel finale dai toni mistici e spirituali. Complimenti a te, con un salutone.
Michele

il 12/01/2004 alle 18:11

ho solo un minuto sto uscendo..scusa, ti dico solo che sei sempre tu il mio lupacchiotto preferito

saluti a Mortisia
ciaooooo
LUna

il 12/01/2004 alle 18:21

Il tutto visto da fuori... Esistenziale la finestra alla quale si affaccia la tua anima... spalancandola ai nostri occhi con parole superlative... fino a condurci in cima a quell'empirea scala da cui si raccolgono grappoli di luce calda... così mi immagino quel momento... Quante volte mi sono fatta spettatrice e oggi tu lo scrivi in una poesia profondamente bella Gaetano... quando torni, lo fai magistralmente!!
un abbraccio,
Ema

il 12/01/2004 alle 19:39

Mi pare davvero un bel brano;complimenti.....

il 12/01/2004 alle 20:16

Poesia che lascia intravedere ampi spiragli di luce e quindi, metaforicamente, di speranza.
Mi piace il tuo tono di attento osservatore per carpire il momento opportuno di luce viva.
Un caro saluto lupo!
;-)
M'

il 12/01/2004 alle 20:44

La leggo ... con un finale devastante ... come trapasso infine a chiarire ogni dubbio ...ogni domanda verrà soddisfatta ... ogni nodo infine sciolto e forse davvero liberi saremo sempre e per sempre ...
E' forse un pò troppo pessimista la mia lettura?
ti abbraccio con un sorriso
Cristiana

il 13/01/2004 alle 00:35

La leggo ... con un finale devastante ... come trapasso infine a chiarire ogni dubbio ...ogni domanda verrà soddisfatta ... ogni nodo infine sciolto e forse davvero liberi saremo sempre e per sempre ...
E' forse un pò troppo pessimista la mia lettura?
ti abbraccio con un sorriso
Cristiana

il 13/01/2004 alle 00:35

La leggo ... con un finale devastante ... come trapasso infine a chiarire ogni dubbio ...ogni domanda verrà soddisfatta ... ogni nodo infine sciolto e forse davvero liberi saremo sempre e per sempre ...
E' forse un pò troppo pessimista la mia lettura?
ti abbraccio con un sorriso
Cristiana

il 13/01/2004 alle 00:35

Bellissima metafora................sono elice di rileggerti in una così splendida poesia.....
Baci
Mary

il 13/01/2004 alle 00:39

Grazie Pat! Ora mi affaccio su PH un po' meno assiduamente ma è e sarà sempre un grande piacere ritrovarvi.
Baciottone
Gaetano

il 13/01/2004 alle 11:18

Man mano che l'età avanza ci si fa più meditativi e si cerca di guardare la vita dall'esterno; questo almeno è quel che succede a me.
Grazie per le belle parole e un salutone.
Gaetano

il 13/01/2004 alle 11:21

... e tu la mia luna preferita.
Baciottone
Lupo

il 13/01/2004 alle 11:24

Ciao Manu, grazie per le belle espressioni: il tutto nasce da quei fasci di luce che a volte si vedono scendere tra le nuvole e che ho sempre conosciuto con il nome popolare di "le scale di Dio".
Un abbraccio a te
Gaetano

il 13/01/2004 alle 11:28

Grazie e benvenuto tra i miei lettori
Lupo

il 13/01/2004 alle 11:29

Si, certamente caro Marco, la speranza di riuscire a "sciogliere i nodi" con il raggiungimento della Vera Conoscenza Ascetica.
Un salutone alla ciurma
Gaetano

il 13/01/2004 alle 11:32

Allora facciomola diventare un balcone, così stiamo più comodi!
Un appartamento di baci a voi; a proposito, tutto OK?
Doc

il 13/01/2004 alle 11:37

Anche questi versi fanno parte del mio percorso che spero si concluda davvero in cima a quell'empirea scala (per curiosità, l'immagine mi proviene da quei fasci di luce che a volte si insinuano tra le nuvole e che ho sempre conosciuto con il nome popolare di "scale di Dio").
Un abbraccione a te
Gaetano

il 13/01/2004 alle 11:41

Fazzu chiddu ca pozzu, beddazza mea, ma haiu picca tempo e un vurcano di facenne ca l'Etna pare un cerino; satiu macari pi canciari posto di travagghiu.
T'abbrazzu co tutta la to famiglia.
Gaetano

il 13/01/2004 alle 11:45

Grazie cara amica e benvenuta tra i miei lettori.
Spero poterti ricambiare presto
Un salutone
Lupo

il 13/01/2004 alle 11:46

Grazie Ari, ma non ti pare di esagerare? addirittura gioielli?
Un bacione da ambedue.
Gaetano

il 13/01/2004 alle 11:50

Forse si: in fondo non è necessario arrivare al trapasso per giungere alla Verità, almeno spero.
Sorrisone ed abbraccione a te, cara Cristiana, e grazie.
Gaetano

il 13/01/2004 alle 11:52

Grazie, cara Mary, anch'io sono felice di rileggerti.
Un bacione e tanti auguri per il tuo compleanno!
Gaetano

il 13/01/2004 alle 11:55

Grazie, cara Mary, anch'io sono felice di rileggerti.
Un bacione e tanti auguri per il tuo compleanno!
Gaetano

il 13/01/2004 alle 11:56

grazie dottore:-)
baci

il 13/01/2004 alle 12:49