Pubblicata il 30/11/2003
la piramide faccia
sorella della sfinge egiziana
che da Marte
osserva lo spazio
mi rassicura
sul mio tempo
e la mia nullità
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

...e anche se fosse solo l'effetto della naturale erosione continuerebbe ad incuriosire e ad essere fonte di leggende e miti. Ancora oggi, nonostante le tecnologie sempre più sofisticate, è aperto il dibattito sull'origine della "faccia".
Ma hai ragione, è un enigma che travalica le nostre esistenze terrestri...
Bella poesia.
Ivan

il 30/11/2003 alle 14:07

Ops, ho sbagliato a postare il commento!
Guarda sopra...

il 30/11/2003 alle 14:08

Un pensiero che cattura la dimensione fragile e precaria dell'essere...insieme a tutta la potenziale grandezza dello spirito dell'Uomo. Molto bello lo spunto dell'immagine.
Ciao a te.
Max

il 30/11/2003 alle 15:49

ormai è quasi buona serata! anche io l'amo quelle orbite vuote puntate sui millenni mi seguono nella mente e mi rassicurano. Si saranno davvero ritirati x loro motivi su Orione la cintura di cui sanno anche tribù africane e sono le nostre origini?
MAH!!! Così ignoranti dell'universo stiamo sempre a rigirarci i nostri dolorini e guardiamo poco su...forse
Ciao Rep
baci e abbracci marziani

il 30/11/2003 alle 17:39

mi piace pensare che non è un effetto, troppi segreti e stanno uscendo fotografie imboscate x decenni dagli organi competenti, i poteri decidono quello che possiamo sapere...
grazie
Ciao

il 30/11/2003 alle 17:43

grazie, pensare al 5.000 a.c. tempo dell'Egitto a noi sconosciuto a questa costruzione così simile lassù a civiltà avanzate e collocate su di noi, intorno a noi mi fa sentire il filo in comune che corre indietro nei secoli e il desiderio di Atttenzione x il soffio del mio passagggio.
Ciao anche a te.

il 30/11/2003 alle 17:52

la trovi oscura xchè non sai il fatto ispirante. Te lo racconto io: su Marte è stata fotografata da una delle tante sonde spedite metti trenta anni fa una piramide con occhi naso ecc bellissima (sopratutto gli occhi o meglio le enormi orbite nere fisse sui secoli) somiglia alla sfinge egiziana che come sai non ha il tempo attribuitogli dalla scienza ufficiale ma almeno 3000 anni di più x via di un'erosione d'acqua dovuta ad un lungo contatto in tempi in cui l'Egitto era verde e pieno d'acqua niente di strano anche il deserto del Gobi era un mare. Quindi si potrebbe pensare a civiltà molto avanzate di chissà quali tempi....che costruivano qui e su Marte x esempio e chissà dove .... Il fatto strano e che questa fotografia ritenuta unica x decenni da quando non so quale organo competente ha tirato fuori roba non divulgata x 30 anni ha decine e decine di compagne da tutte le angolazioni che fanno escludere l'effetto ottico. c'è dell'altro ma sono troppo lunga quindi ti saluto e ringrazio.
Ciao!

il 30/11/2003 alle 18:18

Un articolato modo di additare, attraverso il richiamo a simboli, il fluire del tempo e la nostra fragilità di essere.
Molto bella.
Er

il 30/11/2003 alle 19:24

Grazie.
Ciao
F.

il 01/12/2003 alle 18:51

Grazie.
Ciao

il 01/12/2003 alle 18:52

da piccola leggevo Asimov, Kolosimo, etc...e guardando il cielo non ho mai potuto credere che fossimo gli unici.
simpatia e baci a iosa cara Repar.
F.

il 01/12/2003 alle 18:55

...finalmente ne conosco Uno!! come siete fatti ? che fai qui? o mi scrivi di lì?
I luoghi luminosi sono la mia passione....grazie x l'invito accetto..come si fa? vengo da me o passi a prendermi?....che scarpe mi metto??!!!
un bacio
.-)))))
F.

il 01/12/2003 alle 18:59