Pubblicata il 07/11/2003
Bella,
due occhi disegnati dalla coda di una stella,
selvaggiamente libera come un puledro senza sella;
gelida curiosità, come fossi inattesa novella.
Leggiadra,ammaliante e scaltra come una ladra damigella
Mirata,assassina e cinica come un colpo di rivoltella
Padrona dei miei sensi,
chiave della mia cella,
allettante dolce e sedante come succosa caramella,
ardente tizzone sanguigno reso perpetuo da una eterna fiammella
mare di dubbio e fantasia
indicibilmente bella.


Fabio
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

Visione celestiale.
complimenti
ciao

il 07/11/2003 alle 23:06

mi dedicheranno mai una poesia come questa?bella.

il 08/11/2003 alle 09:54