Pubblicata il 20/10/2003
Gracili i frutti in fila indiana,
di corteccia friabile l’abito,
vivono ai margini di strade sterrate.

Radici affondano in aride terre,
profonde fin quanto basta
a render degna una vita.

Spogli i rami
di poche foglie giallastre e caduche,
superbi dei propri frutti,
figli di fiori candidi
che all’aria donano ebbrezze
di sofisticati aromi mescolati.

Questa è la Sicilia,
terra di gracilità,
terra di friabilità,
terra d’umiltà,
terra d’orgoglio
e di profumo,
ma che riserva in seno
frutti zuccherosi
che al sapore di mandorla
ruba la sembianza.


  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

è stato un viaggio di mente e di cuore il tuo , in una terra che ti ha ispirato quadri bellissimi di poesia e di colore...da incorniciare e appendere sul muro dei ricordi...ti abbraccio cri

il 20/10/2003 alle 22:28

...e leggi bene cara la mia poetessa!!!
E' l'inno alla vita di questa terra;
e l'aspetto dismesso di quelle piante dalle foglie caduche e giallastre sembra essere quello dell'isola ma che riserva frutti dolcissimi (tra cui Antos e Sera ottimi padroni di casa).
Un baciottoneeee
;-)
M'

P.S. Quante?????....ehehhehe
Hai voglia a leggere della Sicialia ancora!!!!!

il 20/10/2003 alle 22:30

Grazie del bellissimo commento...e forse ti ruberò l'idea.
Mi conserverò una bella parete su cui poggiare tutti i dolci ricordi di quelle giornate!
Un caro saluto ed una buona serata a te!!!
;-)

il 20/10/2003 alle 22:32

E ti consiglio di andarci al più presto...ne rimarrai incantata.
Grazie del tuo graditissimo commento Tina.
Un abbraccio

il 20/10/2003 alle 22:58

Grazie Marco, per questo tuo ulteriore tributo alla Sicilia.
Quando ho risposto al tuo commento non avevo ancora letta questa tua: ribadisco, hai saputo cogliere le più delicate sfumature di quella terra e di quella gente, con grande spirito poetico.
Un abbraccio
Gaetano

il 20/10/2003 alle 23:01

Superba poesia, che vedi dipinta davanti a te e impressa nella mente, che senti dentro ad ogni verso che leggi, che costruisce un'immagine spettacolare e un significato profondo che va oltre le apparenze... e suscita grande emozione attraverso lo schermo...
Si merita il massimo dei voti e tu meriti un abbraccio forte ed un sorriso luminoso d'arcobaleno...
Emanuela

il 20/10/2003 alle 23:15

non solo la Sicilia in questa poesia ma soprattutto il carattere dei suoi abitanti puoi paragonarli ai fiori ed al frutto del mandorlo mi piace molto quest'analogia e mi piace assai:) bacione MG:)

il 21/10/2003 alle 00:28

Questo è un esempio di quanto sia possibile 'sentire' una terra. Molto bella, Marco.
Un caro saluto
Andrea

il 21/10/2003 alle 09:33

Sgranocchiando mandorle, ti invio il mio apprezzamento per questa poesia che è tutta una Sicilia, carmen

il 21/10/2003 alle 11:04

asprezza e dolcezza sono tali da rubare il cuore ad un poeta di passaggio che vi torna a passeggiare con la mente e con il cuore...
ciao ,Marco
e fammi sempre ridere, heheheheh

cia'
LUna

il 21/10/2003 alle 11:49

La natura e le persone prendono vita, attraverso le tue liriche sempre coinvolgenti, stilisticamente e per contenuto.
Un abbraccio!
Axel

il 21/10/2003 alle 14:23

Credimi Gaetano, nn è stato poi così difficile...era tutto là pronto per essere colto...
Un sorriso e grazie

il 21/10/2003 alle 14:59

Sei molto gentile...Mi prendo l'arcobaleno, non si mai con queste giornate di pioggia!!!
ahahha
;-)

il 21/10/2003 alle 15:00

che vuoi che dica !!!???
Che sei dolce come una mandorla????
;-)))))

il 21/10/2003 alle 15:01

E' vero gli isolani sono paragonabili a quelle piante che regalano frutti dolci e preziosi.
Un buon sorriso a te MG!
;-)))

il 21/10/2003 alle 15:02

Si Andrea l'ho sentita subito a pelle il calore della gente, l'umiltà dei loro "abiti" e la gioia dei luoghi.
Ciaoooo

il 21/10/2003 alle 15:03

e sapessi quante ne ho mangiate io....ehehhe
Ciao Carmen e grazie per la tua graditissima costanza nel leggermi..Purtroppo non posso fare altrettanto con te per la terribile mancanza di tempo...
Sapessi che rabbia!!!!
Un sorriso a te!
;-)
M'

il 21/10/2003 alle 15:04

C'è tutto in quella terra....dall'incanto e il sogno alla forte realtà di gente onesta ed umile..

P.S...Lo spero di farti ridere LL, purtroppo a volte son io che lo chiedo a voi....ed ora lo sto implorando!
;-)

il 21/10/2003 alle 15:05

Io ti giuro non ho fatto altro che prendere al volo le sensazioni che quella adorata terra regala....
Ha fatto tutto lei....
Grazie Ax!!!

il 21/10/2003 alle 15:07

No caro occam non è la mia terra anche se mi piacerebbe viverci per quante sensazioni regala.
(Io sono capitolino ;-)...)
Sono immagini che ho rubato nel mio viaggio estivo...
Un caro saluto a te okkam!
;-)

il 21/10/2003 alle 18:31