Pubblicata il 16/12/2001


1.

Come del vino
i colori del porto
mi ubriacarono.


2.

Chiesi al tempo:
“Dimmi il tuo segreto”.
Tacque e passò.


3.

Nelle mie mani
conservo il ricordo
delle sue mani.


4.

Erano corde
i suoi splendidi occhi,
mi legarono.


5.

La mia memoria
è come un’ostrica:
e lei è la perla.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

In effetti ogni haiku che scrivo ha un suo titolo. Questi cinque formano invece una specie di piccola storia, sul modello degli haiku che scrive Edoardo Sanguineti. Sono d'accordo sul fatto che, vista l'esiguità dei versi, il titolo diventa in effetti quasi una parte del componimento.
Ti ringrazio per i complimenti: è da un po' che leggo i tuoi haiku, e ti confesso che ho pubblicato questi proprio perché già c'erano i tuoi - tra l'altro molto belli ed efficaci.

il 17/12/2001 alle 19:59