Pubblicata il 18/09/2003
Profilo imperioso si stampa
nell'orizzonte che traccia
il confine tra mistero e storia.

Di sonno eterno è il suo agrodolce
sapore che sugge creanza
da dispotici flutti della smerlata costa.

Sublime immagine supina,
assopita e tacita appena
scesa in immortale sortilegio.

Lei guardiana,
lei superba.

Certa ed orgogliosa dell'azzurro mare
che fece cantare di gesta immortali
e disperati naufraghi, il cieco greco.

Ancor ora s'inebria l'aria
del suo fascino che come sirena
attrae anime in attesa di compiute tele.

Lei veggente,
lei silente.

Tacciono i gabbiani solleticando
con lor piume il ventre aperto da cui
umanamente sorgono edifici.

Tace anche lei d'un silenzio arcano
che perpetuo scorre nei secoli
fintantoché un'anima con lo stesso
sapore di sale sulla pelle di colui che v'approdò
saprà risvegliarla e baciarla.

  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

...sembra una narrazione epica...ha il fascino delle leggende.......bravo...si legge tutta d'un fiato....
Mary

il 18/09/2003 alle 23:41

che buona che sei!!!!
Un giorno come promesso ti ci porterò e vedrai che magia che regala il suo profilo!
;-)
M'

il 18/09/2003 alle 23:44

Grazie Mary gentilissima nel tuo commento. Un caro saluto
;-)
M'

il 18/09/2003 alle 23:51

dolce e bella..un caro saluto
DD

il 18/09/2003 alle 23:52

Ti ringrazio DD.
Un buon sorriso a te!
;-)
M'

il 18/09/2003 alle 23:55

L'hai dipinta...L'ho contemplata..l'ho rivisitata......ho rubato il tuo quadro....per continuare a sognare ..
E' bellissima Marco, !
un abbraccio
marcella

il 19/09/2003 alle 00:04

Grazie Marcella, il tuo commento mi onora ....
è bello e lo conservo.
Un caro saluto
M'

il 19/09/2003 alle 00:06

Ma come?, ho pensato leggendo il titolo, Marc è della Lazio e ha fatto il pezzo per la Magica Roma?

poi ho capito che parlavi del luogo magico e affascinante che ti ha accolto per il tuo riposo vacanzioero tanto atteso. Lo so, lo so, che è bella la sicilia. Sei stato bravissimo nella descrizione poetica che ne hai fatto, come sei stato infame a telefonarmi al lavoro mentre stavi facendoti il bagno in quelle acque.
Ma mi vendicherò
Bacitanto

Kat

il 19/09/2003 alle 07:40

Miiii... neanche un siciliano avissi pututo fari di megghiu.
Davvero magica... 'a me terra!
Na vasata e nni vidimmu presto.
Gaetano (profugo siciliano in terra romana)

il 19/09/2003 alle 08:11

Un affresco vivo, intensamente impressionato nello spirito del viaggiatore sensibile, che si sviluppa in liberi e colorati versi indagatori e incantati da tanta meraviglia naturale, dall'intensità percepibile della sua storia. Splendida terra di Sicilia! E splendido questo canto dedicato!
Un caro abbraccio Piratone!
Max :-)

il 19/09/2003 alle 12:48

Toppatooooo!!!!
prrrrrrr
Mi dispiace deluderti cara amica ma questa poesia nasce prima della mia vacanza in Sicilia.
Ce ne saranno...eccome di poesie mie dedicate a quella splendida isola...vedrai!
Questa è stata una dolce visione del Circeo, località vicino ai nostri lidi.
Un sorriso ancora percorso da quel delizioso sale marino siculo.
;-)
M'

il 19/09/2003 alle 14:52

Anche per te vale il discorso fatto a Kattiva. La poesia è dedicata alla Maga Circe ed al suo fascino.
Certamente anche lei ha incantato i miei occhi ma non così tanto quanto la tua splendida ISOLA.
Pubblicherò presto le odi che cantato per lei..
Un caro saluto Lupo!
;-)
M'

il 19/09/2003 alle 15:00

Cara Amica è un piacere ricevere un tuo commento.
E', questa una poesia che scrissi prima di vedere le innumerevoli sorprese della tua amata terra.
L'ho dedicata alla maga Circe, ma credimi non conoscendo ancora la Sicilia, quelle che ho composto in qst giorni cancellano di colpo questi versi.
Appena posso le pubblicherò...stanne certa.
Un caloroso saluto a te e famiglia (compreso Bruce)
;-)
M'

il 19/09/2003 alle 15:02

Bellissimo commento caro amico, ma la terra di Sicilia m'ha rapito altri e ancor più intensi versi che presto pubblicherò.
Questa nasce dalla visione del promontario del Circeo che ha tutto un suo fascino particolare...
Un carissimo saluto e a presto.
M'

il 19/09/2003 alle 15:04

terra di forti colori e contrasti, terra d'amore di leggende, d'amanti...terra d'ossidiana e di pomice, del vento e del tempo...che bella Marco, tanto la amo e tanto mi manca..con te sono riuscita un poco a rivederla

cia' cia' Luna

il 19/09/2003 alle 18:34

Mi dispiace deluderti cara amica ma anche per te vale ciò che ho già risposto agli altri...
La poesia è dedicata alla Magica Maga Circe. Nei miei luoghi esiste uno stupendo promontorio che bacia le onde del mare (Il Circeo) ed ammirarlo da lontano sembra proprio di vedere la maga in placido sonno distesa in eterno.
Un dolce sorriso ...
M'

il 19/09/2003 alle 22:09

lei veggente...lei silente...è davvero magia...pura e d'incanto...aggiungere anche soltanto un piccolo suono sarebbe come spezzarla...un bacio cri

il 19/09/2003 alle 23:04

Ti ringrazio carissima. E' la magia che si nasconde tra storia ed epica.
Un salutissimo....e a prestissimo
:-)
M'

il 19/09/2003 alle 23:30

si magica questa terra di Sicilia dicono che parli ma a tante altre terre posso paragonarla e sentire gli stessi profumi e l'imponenza che attrae e zittisce le labbra mentre la mente parla
bacio MG:)

il 20/09/2003 alle 00:17

Grazie per il tuo bellissimo commento che mi riempie di gioia.
Ciao

il 23/09/2003 alle 21:53