Pubblicata il 03/09/2003
Piccoli gesti consueti e normali
Come prendere un fiore, un bicchiere
Come abbracciare, accarezzare,
o correre incontro al vento

Il vento, come l'amore è invisibile
non ha forma ne odori, ne colore
Può muoversi con prudenza
senza urtare nessuno
Può arrivare con violenza e lasciare il segno

Può essere una carezza sulla pelle
può anche farti male
Può essere gioia,
può anche darti dolore
Il vento, come l'amore
è fonte di vita
Può anche farti morire

Il vento, come l' amore
è invisibile
Con estrema naturalezza
Passa, lascia il segno
E va.

  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)

è una bella poesia,forse identifichi troppo l'amore con il rapporto a due,allora è anche doloroso.Ma l'Amore in realtà non dovrebbe produrre ciò,è qualcosa di più vasto che può solo far bene.
Con affetto
Malcom

il 03/09/2003 alle 13:20

molto bella e ben descritta in tutte le sue fasi anche in quelle che ti fanno male.
brava.
un abbraccio, rossana

il 03/09/2003 alle 18:08

...e ti carezza la pelle
in un soffio leggero
solleva i capelli

sotto un tiepido sole
guardi la volta d'azzurro
e sai d'avere l'amore

L.

il 03/09/2003 alle 22:33