Pubblicata il 28/08/2003
Nessuna parola
non voglio sentirne più,
nessuno sguardo
non ho intenzione di contemplarlo,
nessun sorriso
non voglio esserne la madre.

Solo il buio e le ombre
intorno a me…
…tutt’intorno.
L’alito del tempo
che inesorabile
e sadico
scava i nostri corpi
e dilania le nostre anime.

Il vascello è lontano…
raggiungilo e sarai salvo…
io resto qui
a venerare uno spirito
che dimorerà in eterno
tra la distruzione dell’umanità.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Immagini apocalittiche di grande impatto, per questa poesia ancora una volta molto bella e riuscita. Baci.
Michele

il 28/08/2003 alle 17:31

siiiiii l'apocalissi
sisisissi! komm' stong' afor'! ahah

il 28/08/2003 alle 17:36

siiiiii l'apocalissi
sisisissi! komm' stong' afor'! ahah

il 28/08/2003 alle 17:38

la tua battaglia espressa sempre con la solita forza
complimenti amica

il 29/08/2003 alle 17:08