Pubblicata il 02/12/2001


Avvinghiati in un sensuale abbraccio,
in uno scambio d'essenza
vinti dal tempo......

Titty
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Poche righe, ma potenti.
Sempre brava.
Luigi

il 02/12/2001 alle 15:50

Grazie Luigi
Mi fa sempre piacere leggere i tuoi commenti è uno stimolo a scrivere grazie ancora
titty

il 02/12/2001 alle 19:28

Questa tua bellissima poesia è come una goccia d'ambra: racchiude nella brevità del suo splendore l'emozione.
Ciao. Andrea.

il 10/12/2001 alle 19:36

Grazie Andrea per il bellissimo commento,
questa poesia è nata guardando un quadro di un'anonomo artista di strada che, nei suoi tratti, ha saputo dare cio' che io in parole ho sintetizzato. Tutto il merito all'artista
un bacio Titty

il 13/12/2001 alle 00:42

appunto per questo, esso vince sul loro amore, perche' non è mai sufficente, ma d'altro canto non ci sarebbe essenza, se ci fosse il tempo........
L'eternita' bella parola, ma reale in amore?

il 07/01/2002 alle 02:26

Lo scambio d'essenza, un evento tanto raro quanto devastante. Sai, io ne ho paura...
Ah, mi chiedevo: come mai "vinti dal tempo".....?

il 19/01/2002 alle 17:57

Scusami, Titty, ma ho inviato troppo presto, dimenticando che volevo complimentarmi con te per l'immagine sintetica ed efficace e firmarmi.
Brava.
Terry

il 19/01/2002 alle 18:01

ciao Terry
vinti dal tempo perche' per due amanti il tempo è fugace, e' dunque per questo che c'e scambio d'essenza, il meglio di se stessi in pochi attimi.......
ciao Terry

il 19/01/2002 alle 18:49

Grazie Terry
ma mi domando perche' devastante?
quando c'è amore nulla è devastante l'importante è che l'amore sia bidirezionato per questo ho parlato di scambio.........
un bacio Titty

il 19/01/2002 alle 18:55

Non vorrei entrare nell'intimo, ma diciamo che io così intendo questo senso di scambio di essenza, in un modo che appunto è tanto intimo da far paura, personalmente quando mi è capitato di avvicinarmi (poche volte) me ne sono immediatamente allontanata. Mi riferisco a un senso di fusione totale che esula dal coinvolgimento fisico e/o emotivo normalmente inteso, non mi è possibile spiegarmi meglio. Potrei parlare di penetrazione d'anima, che rende abbastanza bene, ma che credo normalmente sia inteso come qualcosa di diverso da ciò che intendo io. Per me è stato inaffrontabile, quasi doloroso, come il contatto col fuoco, ad esempio...come si fa a non tirarsi indietro?
A presto
Terry

il 19/01/2002 alle 19:05

grazie Eidos
la mente è sempre il nosrto regista, ma solo quando è connessa con il cuore si hanno i risultati migliori...........
un bacio Titty

il 01/02/2002 alle 01:42