Utente eliminato
Pubblicata il 28/03/2001
Sfioro sorrisi e smorfie
ad accaduti alterni amori
faccio feline fusa
mordo muscoli magri
..............
importa a te chi sia
l'ammirata preda
fosse chiusa spavalda
o inizio imbelle

per radicati istinti
non distinguo
e per fratte paludi
sgombro m'avvinghio
a risicate funi

non fummo almeno
nè peccato nè onore
ad imbruniti scambi
recammo spuri cori
e voci da mercante
non porsero rimedio

granchio d'amore
a annichiliti sguardi
crudo posi quel vero
sul piatto dell'estremo
per vie dolci e leggere

regalo a te la linea
confine incongruente
puoi dunque se rimane
scuotere il male
illuderti d'esatto
sbarcare nell'orrore

o per punito inganno
crescere la memoria
modificare il passo
fendere questo cielo
e infine meritare
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)