Pubblicata il 13/07/2003
A volte sogno
di essere una rosa,
nata in mezzo
ad un groviglio di spine,
e per questo
esser più prezioso,
di esser più malizioso.
Sogno di esser
un anguilla che risale
la corrente di un fiume,
eterna lotta
con la vita, di lasciarmi
alle spalle,
un'agonia infinita.
Sogno di poter essere
una goccia d'acqua che va
a posarsi su di un
giallissimo girasole,
di esser splendente e
infuocato come il sole.
Sogno di poter leggere
nei tuoi pensieri,
nella tua mente,
di poter viver così,
serenamente insieme a te.
A volte sogno
di raggiungere con un
dito l'infinito,
l'indefinito per non sentirmi nei
tuoi occhi smarrito.
Il mio sogno più grande sarebbe
quello di sconfiggere
la mia paura, viver e
entrar in comunione
con la natura.
Sento di riempire il vuoto
che mi circonda
con mille armonie,
con mille melodie,
con mille rumori,
e buttar via,
dimenticare la
follia collettiva, della città
con tanta sincerità,
con la soavità di mille parole
dette con l'anima.

































  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)