Pubblicata il 03/07/2003
Oggi il mio vestito
è di azzurra gelida
sottile impalpabile
tristezza.
Non appartengo
a nessun luogo
con cautela
mi aggiro nel nulla.
Nebbie di dimenticanza
mi avvolgono
in dense spirali:
Cieli azzurri
venti leggeri
non mi sorridono.
Solo dio
mi può salvare
ma troppo lontano
in altri universi
affido la mia anima
alla musica
e le parole alla Rete.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)