PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Utente eliminato
Pubblicata il 14/11/2001
Sentii i tuoi occhi trapassare
il mio corpo alla ricerca della mia anima.
Cercai di nascondertela,
avvolgendola in velate risposte,
in occasionali drappi di pudore.
Volevi parlare solo con lei,
dialogare apertamente,
cuore a cuore,
senza intermediari.
Non sapevo ancora riconoscerti,
avevo paura di un inganno,
come tanti ne avevo ricevuti.
Diffidente la mia anima
schivava le tue parole,
si ritraeva nel buio della notte.
Tu chiamasti la Luna e le Stelle
ad illuminarmi a giorno:
le ferite inferte sono scomparse,
il sorriso ritornato.
La mia anima è tua…
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

Profondamente piacevole...

il 14/09/2021 alle 20:04