GAF
Pubblicata il 02/05/2003
L’odio ha seminato
con lacrime umane ha innaffiato,
ne sono nati due frutti
duri come pietre:
“the wall of prayers,
the wall of hope”,
questi sono i loro nomi,
sopra questi muri
ci sono le speranze,
le preghiere
di tutte quelle persone
che attendono un miracolo.
L’odio ha seminato
dolore e disperazione,
ha negato la luce del sole
ad occhi innocenti
ha donato ai ciechi
gli occhi dell’orrore.
L’odio ha seminato
quando i suoi frutti saranno maturi
dovrà raccoglierli
dovrà chinarsi di fronte alla terra
che ha divelto con crudeltà
ne assaporerà la loro consistenza
accorgendosi che dall’odio nasce amore,
dalla guerra la pace,
ciò che l’odio ha seminato
questa terra ha rafforzato
e quei frutti nati da tanto disprezzo
avranno semi diversi,
saranno quei semi a sotterrare per sempre l’odio.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)