PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 23/11/2022
Passa pure sul viale della mia solitudine,
fermati,
se pensi che osservare ti possa essere d'aiuto.

guarda,
e non ti sembri strano,
i padiglioni del circo dei pensieri che arrivano all'alba
e le giostre dei cavalli della preoccupazione che si allontanano verso l'orizzonte.

ascolta,
se hai voglia di musica,
il valzer dei sogni che abitano questo posto
e il canto,
quello più sommesso,
dell'indifferenza per il domani.

passeggia fra gli alberi della mia serenità,
ma resta indifferente agli spini della rabbia
e alle lame della malinconia,
perché sempre mi assalgono quando il rumore degli altri mi distrae
e, per quanto io faccia,
continuano a nascere negli angoli a nord della mia anima.

non sorprenderti dei colori che arredano il mio cielo,
né dei velluti che ho steso fra le erbe per dormire quando sono stanca.
non sorprenderti,
la solitudine non ha tristezza.

lascia una carezza alle nuvole, prima di andar via,
in modo che si plachino e non chiamino il fulmine che incenerisce
o l'uragano che lascia macerie.
sii felice per me, ti prego,
perché io,
solitaria,
lo sono.
  • Attualmente 3.75/5 meriti.
3,8/5 meriti (8 voti)

Immagini e metafore che emergono dal profondo, nella solitudine consapevole dell'anima. Molto bella. Un saluto.

il 23/11/2022 alle 21:28

Troppo Forte, tu sei un angelo sceso sulla terra per scrivere dolcezze, dovresti aprire una Pasticceria farai soldi a palate sei dolcissima Tonino

il 24/11/2022 alle 11:15

Immagini intense e buona stesura.

il 24/11/2022 alle 18:06