PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 09/09/2022
Candido come un fiore.
emozionante come l'alba.
mi appiglio ad un odore di erba bagnata.

so di essere l'unico a sedere.
so di essere solo.
ma il chiarore del sole illumina il mio viso.

eccolo, un sorriso.

sorrido, semplicemente, a quella forma, che è vita.
e lei ricambia attraverso il mio fuori ed il mio dentro.
mostrandomi immagini di pace e serenità.

le lacrime scendono e non so' il perché.
il mio non sapere mi è dolce.
come nessun' altra cosa.

smetto di pensare.
smetto di lottare.
penso.
lotto.

parole senza scopo.
l'azione del cuore è senza pudore.
ora c'è spazio solo per l'amore.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (4 voti)

Sto iniziando da poco tempo, forse da troppo poco tempo, a pensare...che sia sporca, grezza e non completamente onesta l'empatia, se non si è disposti almeno a livello teorico, ad incazzarsi, reagire, urlare, arrabbiarsi. La società ci ha castrato: ora uno che urla è "depresso" mentre uno che fa il gentile con tutti perché non ha più energia per difendersi è "Sano". Penso che debba essere riscritto tutto nel 2022. Ciao.

il 09/09/2022 alle 10:49

Lo penso anche io beck

il 09/09/2022 alle 17:00