PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 05/09/2022
Dell'odore delle tue mura
indelebile il ricordo resta

volentieri avrei spaccato quelle pietre
per fuggire di notte come un cervo nei boschi

di te porto sulla schiena i segni
e ti guardo dal bastone che mi sorregge

sempre lì, maestosa, dopo anni di nuovo insieme
mia casa, mia vita, mia prigione

verso sull'arida terra una lacrima
ti saluto un'ultima volta con tutto il cuore
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (6 voti)

Molto bella, complimenti.

il 05/09/2022 alle 08:52

ci sn luoghi che mettono radici nel nostro stesso essere. Molto bella.

il 05/09/2022 alle 14:00