PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 04/08/2022
Non correlando la nostra esistenza a quella di un dio
Ponderiamo certezza soprattutto sul nostro buon "io"

Non dimostriamo di vivere, di essere parte del tempo
La fede potrebbe aiutarci nei momenti di smarrimento

Se ci fidassimo, mettendo noi stessi nelle Sue mani
Diventeremmo crescita, espansione, financo guardiani

Dovremmo mantenere integri gli irrinunciabili valori
Consapevoli che i migliori amici sono i veri tesori

Una metamorfosi continua, pregna di confortante intesa
Aprendoci di più, vivremmo scevri d'una sgradevole resa

Guardando in faccia quella realtà a noi poco gradita
Apprezzeremmo le splendide sfumature di codesta vita
  • Attualmente 3.42857/5 meriti.
3,4/5 meriti (7 voti)

Ma sai a volte la realtà è talmente aspra e ruvida che non riesci a spiegare determinate cose… Ciao Sir molto apprezzata.

il 04/08/2022 alle 12:41

Sicuramente impegnandosi un minimo ci si riesce, mi è piaciuta questa esistenza! Ciao Morris un saluto a Palermu!

il 04/08/2022 alle 13:10

E' tutto spiegabile, Nada, anzi, è sin troppo semplice! Grazie dell'apprezzamento. Una serena giornata!

il 04/08/2022 alle 13:25

Certamente, 14! Palermo ti saluta e ti ringrazia!

il 04/08/2022 alle 13:26

In tutti e due i punti di vista c'è una possibilità di crescita, in tutt'e due i punti di vista c'è una possibilità di rimanere fermi: è il come l'affronti tu che cambia... Ok, credo in Dio, seguo tutte le corrette discipline e quando va bene lo ringrazio, quando va male me ne faccio una colpa: rimani fermo e più ti colpevolizzi sempre (oppure so di sbagliare, sbaglio e poi mi vado a confessare, facile). Poi c'è chi è credente, sceglie la sua strada, ma non delega a Dio le risposte, ma chiede solo la forza: tanto di cappello. Una persona che vede se stesso come un essere spirituale, e che quindi confida su se stesso e sulle sue scelte per migliorare se stesso e chi gli sta intorno: grande. Oppure: persona che non crede in Dio, penso di vivere una vita sola e quindi se ne sbatte di tutto tranne che di trovare il suo piacere immediato... (Non sono tanto distanti le due strade è il come le si affronta che cambia tutto, secondo me) Ciao Sir

il 04/08/2022 alle 14:28

Bravo Alessandro, sei stato perfetto nelle diverse spiegazioni delle possibili condizioni/situazioni! Sono d'accordo sul "come". Grazie molte. Ciao.

il 04/08/2022 alle 15:07

Vi sono persone che estromettono il buon Dio dalla loro esistenza, il che è un vero guaio. Chi non si aggancia a Dio a cosa potrà agganciarsi? Non potrà che agganciarsi al caso! Pensa: per caso è nato, per caso vive, per caso muore! Tutta la vita può essere un caso? Senza un senso, senza una ragione! Perchè soffrire, perchè morire, tutto per caso? Tolto Dio la vita diventa assurda. E' certo invece che per il credente le cose cambiano. Certamente non capirà perchè si soffre o perchè si muore (il mistero resta sempre) però saprà che anche nella sofferenza e nella morte vi è un senso, una ragione, per adesso incomprensibile, ma che domani sarà chiarita dallo stesso Padreterno. La fede e la speranza ci fa dire che dopo il tunnel c'è sempre la Luce. Ciao Sir

il 04/08/2022 alle 15:50

Ottima partecipazione, Luigi! Complimenti davvero! Hai sottolineato tutti gli spunti del testo in modo egregio e condivisibile. Grazie davvero tanto. ciao caro.

il 04/08/2022 alle 16:10

rime dolci e mai scontate il tuo stile unico vola alto, bravo Sir. grazie

il 05/08/2022 alle 10:53

Abbandonerò codesto stile al 100° livello, Claus; tutto iniziò in quel di Camelot il 27-03-2008, ore 22.50.44. Grazie di evidenziarlo in cotal modo. Ciao, amico mio.

il 05/08/2022 alle 13:42

ciao Sir bellissima e profonda.. poni tematiche che prima o poi ognuno dovra' guardarsi e tentare una risposta.. complimenti Sir ciao e un caro saluto

il 05/08/2022 alle 18:45

Le tue intelligenti partecipazioni rafforzano i miei concetti, amico Dorino! Ti ringrazio davvero tanto! Una buona notte.

il 05/08/2022 alle 23:33

Credo fermamente nel teocentrismo, ho apprezzato tutte le tue teorie enunciate nei tuoi versi e le condivido. Il vero cristiano, pur credendo in Dio, è quello che si pone domande ogni giorno senza dare nulla per scontato. Sono d'accordo con te, quando dici che se sapessimo apprezzare di più le bellezze della vita come l'amicizia, da te citata, il mondo sarebbe sicuramente migliore e la vita un'oasi di pace. Ti auguro ogni bene caro e prezioso amico mio.

il 06/08/2022 alle 14:47