PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 27/07/2022
Sull'autobus.

Nativo de Frattocchie,
urlò alli passeggeri er Trambussino Oronzo:

"strignete le nocchie !!!
Attaccateve ar c***o, o aggrappateve ar mancorrente,
ché in tempo reale sto a cacà lo stronzo,
e ho d'aprì le portiere in movimento,
pe fa transità 'a corrente,

su 'sta tratta ieri uno in corsa malamente è cascato,
ma manco l'Osso Sacro,
che assiste alla Messa in culo, s'è fratturato,

perché lo squdrone a cavallo
er marciapiede ogni matina ce pensa a cacallo,
ma nisuno passa mai a pulillo,

nella merda fino alle ginocchia deambulando,
li pezzenti residenti hanno manifestato,
ma chi se li sta inculando ?

Chi dall'autobus in marcia ce ruzzola
de capoccia finisce affondato,
pe poi nelle deiezioni morì affogato,
si dalli cani da cacata nun sarà salvato.

Tranquilli, è tutto pianificato,
in corrispondenza della nocchia er sedile mio è bucato,
e sull'asfalto direttamente ho scacacciato,
attraverso un tubo a mestiere direzionato,
in modo che il letame
dal pneumatico posteriore sinistro sia schiacciato,
e tutt'intorno a raffica proiettato,

come disse in un film quell'attore,
quanno che la merda 'finiva' nel ventilatore:

'se la piasse anderculo er malcapitato,
senza rancore !!!'".
  • Attualmente 2.66667/5 meriti.
2,7/5 meriti (3 voti)

Grazie a te, Claus.

il 28/07/2022 alle 12:17