PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 26/07/2022
Caverne arabe
ti esplorano lo sguardo

lungo le pareti,
i corpi acclamano
digiuni

colle di zingari:
una città perduta.
  • Attualmente 3.16667/5 meriti.
3,2/5 meriti (6 voti)

caro Jean-Jacques ti scrivo poi in privato...ciao!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

il 26/07/2022 alle 19:22

Acuta e profonda

il 26/07/2022 alle 21:13

Benvenuto, nuovo te..

il 27/07/2022 alle 00:23

Grazie a tutti. Sono Spartaco.

il 27/07/2022 alle 11:41

Ottima poesia, pensavo fossi Nestor.

il 27/07/2022 alle 12:04

Grazie vincent, l'avevo già pubblicata col titolo Fonti. C'è qualche rifinitura, suggerita proprio da quel "paranoico" incallito di Nestor.

il 27/07/2022 alle 13:49

Ora mi ricordo, che avevo fatto confusione (un po' per scherzare) tra, zingari e gitani! Bel testo, ciao.

il 27/07/2022 alle 19:38

Eh eh eh, sì mi ricordo. Grazie, ciao.

il 28/07/2022 alle 10:24

Grazie a te.

il 28/07/2022 alle 11:51

Me l’ero persa… ciao Jean : )

il 29/07/2022 alle 10:57

Ciao Nada, grazie per il passaggio. Buona giornata.

il 29/07/2022 alle 10:58

la tua che preferisco, al momento. la sento più nelle mie corde, un gioco di luci

il 11/08/2022 alle 20:38

Grazie mille, ti bacerei all'infinito, grazie, grazie, grazie.

il 12/08/2022 alle 09:39