PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 26/07/2022
S'ode la risacca

s'ode la risacca muoversi tra
gli scogli, tra gli spruzzi
innocenti d'un estate amata.

quel sibilo lontano
come un lamento,
squarcia quel
sereno incanto
perduto negli anni.

su questa sabbia
priva di direzione;
rughe di speranza
s'infrangono in questo
mormorio di acque.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (4 voti)

Stupenda, colpisce tutte le mie corde! Che dirti di più: me la sono segnata, ispirativa (il computer la da come errore, ma chi se ne frega). Grazie.

il 26/07/2022 alle 11:17

Un bel testo, Pasky! Scrivi con disinvoltura! Bene

il 26/07/2022 alle 12:57

"Rughe di speranza s'infrangono in questo mormorio di acque" Nostalgica e meravigliosa.

il 26/07/2022 alle 14:12

Grazie veramente di ??

il 26/07/2022 alle 22:20

Sono versi eleganti ma "estate" è di genere femminile. Poi, non gradisco la ripetizione "quel-quel" nella seconda strofa e "questa-questo" nella terza strofa.

il 27/07/2022 alle 07:35

Il mormorio delle acque. Bella. Ciao.

il 27/07/2022 alle 10:50

No dai vins, da te no...un'estate fa stilisticamente ed esteticamente cag..re, sembra una formica in mezzo al niente e riprendere uno, scusatemi per gli altri e per me stesso, porta davvero una ventata di freschezza pari a mareaperto su ali no... è come sentirti dire: gne gne, anche tu sei imperfetto. Da te non me lo aspetto, con tutto il bene e la stima che ho per te. L'estetica sfancula la grammatica in poesia, viene prima.

il 28/07/2022 alle 00:29

che porta

il 28/07/2022 alle 00:31

e' vero Beck, "d'un'estate" sarebbe stato veramente inguardabile.

il 28/07/2022 alle 06:55

complimenti grazie

il 28/07/2022 alle 11:36

La licenza poetica è una cosa, lo strafalcione grammaticale altro. Quoto Vincent.

il 28/07/2022 alle 19:53

...in questo caso è come dire: "Caro poeta, devi sempre dimostrare la tua competenza nel saper riconoscere un soggetto maschile da quello femminile, anche quando il suono non cambia, altrimenti non conosci o non stai aderendo agli accordi che un gruppo di uomini hanno stabilito per te, su quale sia il miglior suono e su come riconoscere le differenze di sesso. Oppure: "Caro lettore, non ti ritengo all'altezza di riconoscere il sesso dei miei soggetti poetici, così mi sforzo, anche se esteticamente peggiora la situazione, di metterci un accento; e questo varrà per tutta la mia vita, sempre".

il 28/07/2022 alle 20:25

Non pensavo di essere all'Università.

il 28/07/2022 alle 20:44

Stimatissimo beck, concettualmente potrei anche condividere. Ma allora si dovrebbe ragionare in termini di decostruzione linguistica e di capovolgimento semantico, come, del resto, è accaduto anche in ambito poetico-letterario in empirei specificamente di avanguardia. Nella circostanza, invece, siamo al cospetto di un testo scritto secondo norme convenzionali ma con un grossolano errore grammaticale.

il 29/07/2022 alle 10:37