PoeticHouse - Il Portale dei Poeti e della Poesia
Pubblicata il 08/07/2022
Un lustro è trascorso ed ho un nodo alla gola
Una lacrima non trattengo, non rimarrà da sola

Mi manca la tua presenza, la voce, il tuo sguardo
Che m'indicavano la retta via e non un miraggio

Ogni volta che scendo ad aprire il tuo box bottega
Sento ancora i macchinari e il cuor mi si rallegra

Ti vedo, lì, che confabuli col tuo pregiato legno
Vi ho portato un mobiletto e un tavolo da disegno

Dovresti accennarmelo tu che c'incontriamo spesso
In quei realistici sogni ove sono ancora me stesso

E' incredibile come la psiche imponga alla memoria
Di scartare l'irrilevante, evidenziando l'Istoria

Sempre insieme, in quella 850 Special, a dialogare
A fare la spesa da Dagnino o un comò da consegnare

Senza l'ombra di una pandemia che non hai conosciuto
Liberi da una guerra tra folli che t'avrebbe nociuto
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (12 voti)

Molto bella Sir, nostalgica e toccante!

il 08/07/2022 alle 10:09

Un amarcord struggente.***** Alcide. PS. Conoscevo un Dagnino, era un genovese e mi piaceva ascoltarlo quando parlava in dialetto. Ma questa è un'altra storia.

il 08/07/2022 alle 12:03

Ammirevole profondità nei ricordi, un saluto con affetto Sir!

il 08/07/2022 alle 12:43

Tu non racconti fantasie! trasmetti nostalgie viventi facendone romanzi di eterno amore . Saluti affettuosi,Aldo!

il 08/07/2022 alle 12:59

Caro Maurizio, questa volta credo di non sbagliarmi, almeno spero, scusami ancora. Riguardo alla dedica al tuo papà,bellissima come poesia e struggente come sentimenti. Le persone care restano con noi per sempre, anche quando non ci sono più,qualcuno di cui non ricordo il nome diceva che sono nella stanza accanto. Un affettuoso abbraccio! Ciao

il 08/07/2022 alle 14:42

Ti entra dentro e sei lì a soffrire con te.

il 08/07/2022 alle 16:53

Questi testi sono sempre ricchi di quel senso di vuoto che ogni lutto lascia ad ognuno, nelle cose poi i ricordi si materializzano e prendono vita, si toccano quegli oggetti quasi in religioso silenzio come a non voler alterare la magia che portano con loro sapendo che sono stati toccati da chi non c è più. Bella rievocazione, tocca un pò a tutti, ma immortalarla in versi è per pochi,tu lo hai fatto bene e ognuno modo suo hai fatto per un attimo sognare. Grazie

il 08/07/2022 alle 16:54

A me sembra più un amico che il padre. Bella. ciao.

il 08/07/2022 alle 17:49

Molte grazie, cara Eos! I miei sinceri rispetti. Ciao

il 08/07/2022 alle 19:53

Grazie Nest!

il 08/07/2022 alle 19:53

Ti ringrazio anche per la tua apertura, Alcide. Dagnino fu famoso negli anni 60/70 per i cornetti con confettura. Il Dagnino specifico era famoso per la Fillata (Mortadella) ed era una grande salumeria, antesignana dei supermercati. Ciao caro

il 08/07/2022 alle 20:01

Ricambio il saluto affettuoso. Grazie Quattordici.

il 08/07/2022 alle 20:02

Struggente ricordo di colui che ti ha regalato la vita... pur se ora è assente , rivivrai ogni attimo vissuto con lui con le medesime emozioni di allora......finchè lo porterai nel cuore caminerà sempre a te vicino....

il 08/07/2022 alle 20:08

Carissimo Aldo, non avrei potuto scegliere migliori parole per sottoscrivere e confermare il mio credo letterario. Ti ringrazio infinitamente per la stima che ricambio e rilancio alla tua meravigliosa persona! Ciao

il 08/07/2022 alle 20:09

Non hai nulla da scusarti, amica Santa! Il nostro rispetto reciproco annulla qualsiasi malinteso interpretativo! Un abbraccio di stima! GRAZIE

il 08/07/2022 alle 20:13

Bel commento in versi, Eriot! Grazie assai

il 08/07/2022 alle 20:14

Amico mio Stornello, anche tu scrivi parole che rafforzano la mia ferma filosofia letteraria, e di questo te ne sono smisuratamente grato! Un abbraccio

il 08/07/2022 alle 20:17

Mitri, è proprio così. Un padre amico è il massimo che un figlio possa desiderare! Tutt'e tre figli, pazzi di lui. Grazie molte, ciao

il 08/07/2022 alle 20:20

Che bel contributo, amica Gabriela! Sono contento di queste tue carezzevoli parole! Grazie infinite, davvero tanto! Ciao cara.

il 08/07/2022 alle 20:23

MI VIENE VOGLIA DI TRADURLA IN NAPOLETANO, SEI FANTASTICO , POCHE VOLTE UNA POESIA IN ITALIANO MI HA COMMOSSO. CI SEI RIUSCITO BRAVO.

il 11/07/2022 alle 12:21

E ALLORA FALLO, CARO POETA CIUCCIO: NE SAREI ONORATO! TI RINGRAZIO DAVVERO TANTO, SEI IL MERO NAPOLETANO SOCIEVOLE! ATTENDO. CIAO.

il 11/07/2022 alle 14:29

...l'ho profondamente "ascoltata", vissuta immedesimandomi, e ne ho odorato il profumo d'Amore intenso che emana...Solo un aggettivo, che ne contiene una miriade: SUBLIME! Un abbraccio, Anima bella!

il 12/07/2022 alle 11:15

Un aggettivo che commuove, per l'appunto, la mia anima, carissima amica Dina. Ti ringrazio immensamente per aver dedicato il tuo tempo al mio testo. Sei davvero una persona speciale! Ciao.

il 12/07/2022 alle 14:32

Ahhh … quei sogni ad occhi aperti che chiudono la realtà in un angolo e la costringono a subire i piacevoli viaggi della nostra anima. Bella Sir. Ciao.

il 15/07/2022 alle 09:15

Ben detto, amico mio Bowil, proprio così! Ti ringrazio per aver sottolineato codesto importante aspetto. Un abbraccio sincero.

il 15/07/2022 alle 17:39

mister Sir Morris lei è un geniaccio. con stima Claus

il 28/07/2022 alle 16:53

Amico Claus, la stima è reciproca. Sei un portento e questo è innegabile! Grazie molte.

il 28/07/2022 alle 19:02

Stupenda Sir hai fatto cantare la tua anima in modo estremamente coinvolgente un vero canto d'amore profondo e chi l'ascolta ne viene emotivamente coinvolto ..bravissimo un saluto e un inchino ciao

il 05/08/2022 alle 18:59

Un inchino a te, amico Dorino! Anche il tuo contributo è altrettanto coinvolgente! Un Grazie immenso, ciao

il 05/08/2022 alle 23:36